LA BACHECA DEL CIRCOLO DEL 72

td class="auto-style27" style="width: 209px"> 19 Aprile 2022
San Bonifacio
15.30 UPISL
>
I prossimi appuntamenti del Circolo del 72  - Stagione 2021-2022
 
       
15 ottobre 2021
Verona
9.40 UTLEP
29 ottobre 2021
Verona
9.40 UTLEP
12 novembre 2021
Verona
9.40 UTLEP
26 novembre 2021
Verona
9.40 UTLEP
       
Lauro De Bosis, nel 1931, apre la sua lettera testamento con la seguente frase: Domani alle tre, su un prato della Costa Azzurra, ho un appuntamento con Pegaso. (…). Chi era il mitico cavallo alto? e quali furono gli altri protagonisti alati del nostro immaginario? Il 20 luglio 1969 siamo arrivati sulla Luna. Ma l’uomo, attraverso il mito, la letteratura e la fantasia è giunto sul nostro satellite molti secoli prima. Ripercorriamo le fantastiche imprese che hanno preceduto quella vera nelle pagine di importanbti scrittori, poeti e millantatori.

La vita è un viaggio da apprezzare per sperimentare la nostra personalità. Una occasione che non possiamo perdere. Quando si fa il passo più lungo della gamba e la caduta è dietro l’angolo, l’audacia può soccorrerci. Dall’arte greca a Peter Bruegel il Vecchio, da Canova a Matisse, l’occidente ha sempre conservato e reinterpretato il mito icarico.

E’ stato un imperativo del Novecento oltre che titolo di un romanzo di Del Giudice. Le ali del Novecento sono state anche quelle della letteratura che ha accompagnato, o prefigurato? la nascita dell’aviazione.

       
   
       
15 Febbraio 2022
San Bonifacio
15.30 UPISL
       
Il volo veronese, inizia nel 1784 e l'anfiteatro cittadino divenne subito il primo campo di aviazione. Nel 1910 Verona organizzò il secondo circuito aereo nazionale: una settimana di voli che richiamò numerosi visitatori anche se non fu il successo che si sperava. Nel 1913 arrivò il primo reparto militare aeronautico e durante la grande guerra furono moltissimi i campi di aviazione costruiti nella provincia.

La vita è un viaggio da apprezzare per sperimentare la nostra personalità. Una occasione che non possiamo perdere. Quando si fa il passo più lungo della gamba e la caduta è dietro l’angolo, l’audacia può soccorrerci. Dall’arte greca a Peter Bruegel il Vecchio, da Canova a Matisse, l’occidente ha sempre conservato e reinterpretato il mito icarico.

   
       

 

 

 
 

WWW.QUELLIDEL72.IT