LA BACHECA DEL CIRCOLO DEL 72

I prossimi appuntamenti del Circolo del 72  - Stagione 2021-2022
 
 
       
15 ottobre 2021
Verona
9.40 UTLEP
18 novembre 2021
Caldiero
15.30 UPI
F
26 novembre 2021
Verona
9.40 UTLEP
10 dicembre 2021
Verona
9.40 UTLEP
Lauro De Bosis, nel 1931, apre la sua lettera testamento con la seguente frase: Domani alle tre, su un prato della Costa Azzurra, ho un appuntamento con Pegaso. (…). Chi era il mitico cavallo alato? e quali furono gli altri protagonisti alati del nostro immaginario? E' il 1957 quando inizia l'avventura di centinaia di militari dell'Aeronautica Militare Italiana che porteranno basi missilistiche nel Veneto. Ci rimaranno quasi 50 anni cambiando la vita delle popolazioni locali. Tutto fu pre4ceduto da un romanzo e da un film Qualcuno ha detto che l'aviazione non è stata creata dai politici o dai militari, ma dai poeti. La conquista del cielo è  stato un imperativo del Novecento e nel secolo scorso è stata anche quelle della letteratura che ha immaginato e accompagnato la nascita del volo umano. Il 20 luglio 1969 siamo arrivati sulla Luna. Ma l’uomo, attraverso il mito, la letteratura e la fantasia è giunto sul nostro satellite molti secoli prima. Ripercorriamo le fantastiche imprese che hanno preceduto quella vera nelle pagine di importanti scrittori, poeti e millantatori.
       
       
21 gennaio 2022
Bovolone
20.40 Auditorium
21 gennaio 2022
Verona
9.40 UTLEP
15 febbraio 2022
San Bonifacio
15.30 UPIF
24 febbraio 2022
Caldiero
15.30 UPIF
Leonardo Malatesta presenta il suo recente lavoro dedicato alla storia della Difesa Aerea italiana durante la Guerra Fredda. Un lavoro pregevole e ricco di spunti che finalmente fornisce una paronamica non solo aerea ma anche con le altre componenti di quelle complesse vicende, come gli assetti missilistici e contraerei e gia catena radar La vita è un viaggio da apprezzare per sperimentare la nostra personalità. Una occasione che non possiamo perdere. Quando si fa il passo più lungo della gamba e la caduta è dietro l’angolo, l’audacia può soccorrerci. Dall’arte greca a Peter Bruegel il Vecchio, da Canova a Matisse, l’occidente ha sempre conservato e reinterpretato il mito icarico. Il volo veronese, inizia nel 1784 e l'anfiteatro cittadino divenne subito il primo campo di aviazione. Nel 1910 Verona organizzò il secondo circuito aereo nazionale: una settimana di voli che richiamò numerosi visitatori anche se non fu il successo che si sperava. Nel 1913 arrivò il primo reparto militare aeronautico e durante la grande guerra furono moltissimi i campi di aviazione costruiti nella provincia. Demonizzato, ammirato, inventato, raccontato, esagerato, moltiplicato, ecc. Sono tanti gli aggettivi che si possono utilizzare per descrivere la leggenda di Pippo, il misterioso ricognitore alleato che sull'imbrunire appariva nei cieli padani, ma anche toscani. Il misterioso apparecchio vesperale fu battezzato Pippo dal popolo, e va a sapere perchè...
       
       
16 marzo 2022
Avesa
15.30 UPIF
25 marzo 2022
Salizzole
15.30 UPIF
19 aprile 2022
San Bonifacio
15.30 UPIF
11 maggio 2022
Sanguinetto
15.30 UPI
F
e donne hanno iniziato a volare nel 1795 e non hanno mai smesso. Un percorso lungo e faticoso, contrastato non soltanto dalla forza di gravità. Una storia di ferrea volontà, determinazione, ardore sportivo e spirito emancipativo. Un viaggio faticoso ma di successo che le ha portate fino a stabilire il record di permanenza nello spazio. Il volo veronese, inizia nel 1784 e l'anfiteatro cittadino divenne subito il primo campo di aviazione. Nel 1910 Verona organizzò il secondo circuito aereo nazionale: una settimana di voli che richiamò numerosi visitatori anche se non fu il successo che si sperava. Nel 1913 arrivò il primo reparto militare aeronautico e durante la grande guerra furono moltissimi i campi di aviazione costruiti nella provincia.

La vita è un viaggio da apprezzare per sperimentare la nostra personalità. Una occasione che non possiamo perdere. Quando si fa il passo più lungo della gamba e la caduta è dietro l’angolo, l’audacia può soccorrerci. Dall’arte greca a Peter Bruegel il Vecchio, da Canova a Matisse, l’occidente ha sempre conservato e reinterpretato il mito icarico.

A dieci anni dalla fine della prima Guerra Mondiale gli equipaggi della ricognizione marittima assursero a fama mondiale. La stagione delle Crociere aprì un nuovo capitolo nella storia degli idrovolanti. L’anima e l’artefice di queste imprese fu Italo Balbo, convinto assertore dell’autonomia delle forze aeree. Si iniziò il 26 maggio 1928, con la “Crociera del Mediterraneo Occidentale”: una trasvolata di 2804 km in sette giorni, di 61 idrovolanti. ...

 

   

 

       

 

 

 
 

WWW.QUELLIDEL72.IT